alfonso-bolognini

Cari soci e socie, colleghe e colleghi,

Il bollettino rappresenta uno strumento fondamentale di comunicazione e condivisione per la Società Italiana di Medicina Subacquea ed Iperbarica. Con questo primo numero del 2024, desidero condividere con voi il lavoro svolto nei mesi precedenti.

Inizialmente, vorrei segnalare il completamento delle votazioni per la carica di Presidente designato per il biennio 2027-2028 e per i tre membri vacanti del Consiglio Direttivo, i quali resteranno in carica per l’intero anno 2024. Le votazioni si sono svolte tramite la piattaforma ELIGO e-voting, che garantisce un voto sicuro, segreto, univoco e con valore legale. Desidero ringraziare i consiglieri Francesco Fontana e Fabiana Perreca per l’organizzazione impeccabile.

Il presidente eletto è il dottor Corrado Costanzo, una figura di rilievo nella medicina subacquea ed iperbarica, impegnato sulla sicurezza del lavoro in acqua e nel tunneling. Sono certo che saprà promuovere la vocazione scientifica della nostra società.

I nuovi dirigenti sono i dottori Giani Catalin Huci, responsabile sanitario presso l’ILMI, Enrico Moccia, medico del Comsubin MARINA MILITARE e Angelo Puggioni, medico del CENTRO IPERBARICO SASSARESE. Questi giovani dirigenti, formatisi nei Master Universitari in medicina subacquea ed iperbarica di Pisa e Padova, apporteranno sicuramente nuove idee e energie per sviluppare progetti innovativi.

Ai neo Presidente e dirigenti SIMSI, auguro i migliori successi nel loro lavoro, a nome mio e del Consiglio Direttivo.

Si sta diffondendo in Italia l’utilizzo di cabine iperbariche monoposto a bassa pressione in strutture sanitarie e non. Queste strutture pubblicizzano il loro utilizzo come metodo di cura in patologie di interesse Iperbarico, rimandando alle prove scientifiche ed indicazioni terapeutiche che sostengono l’efficacia dell’Ossigeno Terapia Iperbarica (OTI) eseguita nelle camere Iperbariche pluriposto, che attualmente sono le sole che legalmente possono essere utilizzate nel territorio Italiano. Il consiglio direttivo all’unanimità e il sottoscritto Presidente SIMSI abbiamo ritenuto di esprimere un documento di posizionamento che possa in modo chiaro e definitivo differenziare le due tecnologie dopo avere valutato attentamente la posizione delle principali società scientifiche internazionali e le evidenze scientifiche disponibili in letteratura. Il documento è di fondamentale importanza per garantire la sicurezza e l’efficacia delle pratiche mediche iperbariche in Italia. La versione integrale è pubblicata nel sito.

Una novità nel panorama della medicina iperbarica è il corso H-ALS, ideato dal consigliere Luigi Santarella. Questo corso si propone di simulare scenari clinici di urgenza/emergenza all’interno della camera iperbarica e di adattare le procedure standard alle condizioni limitanti di un ambiente confinato. I docenti saranno medici anestesisti rianimatori, esperti in medicina iperbarica. Il corso ECM sarà itinerante, rivolto a medici ed infermieri che operano nei centri iperbarici nazionali.

Infine, desidero ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo primo numero del bollettino del 2024, e invito ciascun socio a continuare a partecipare attivamente, condividendo esperienze e conoscenze per il bene comune.

Auguro a tutti un proficuo lavoro per il nuovo anno, a nome mio e del Consiglio Direttivo.

Cordiali saluti,

Alfonso Bolognini
Presidente SIMSI

In questo numero

Agorà

Lo spazio di discussione dove proporre idee, articoli, case report ed esperienze degli iscritti SIMSI e dei Centri Iperbarici

Iscrizione alla SIMSI

Sostieni la tua società scientifica: SIMSI

PERCHE’ DIVENTARE SOCIO SIMSI?

La SIMSI intende valorizzare il capitale culturale dei propri associati, certa che essi restituiranno il valore delle proprie conoscenze e ciò permetterà la crescita collettiva del settore.

COME AGISCE SIMSI?

La SIMSI promuove l’aggiornamento continuo (ECM) delle abilità dei soci, affiancando alla formazione dei Master universitari di secondo livello la ricerca universitaria attraverso borse studio e pubblicazioni scientifiche.

CHI SONO i SOCI SIMSI?

Gli associati si dividono in quattro categorie:

  • Soci Ordinari: i laureati italiani e stranieri in Medicina e Chirurgia, Veterinaria, Odontoiatria, Psicologia, Farmacia, Chimica e Fisica Medica;
  • Soci Aggregati: i laureati in Scienze Infermieristiche, i tecnici iperbarici e gli altri professionisti di area sanitaria;
  • Soci Onorari: chi ha collaborato con la produzione di importanti contributi alla Disciplina; vengono nominati dal Consiglio Direttivo;
  • Soci Sostenitori: sono coloro che, pur non avendo un ruolo attivo nell’ambito del servizio e della ricerca nella medicina subacquea e iperbarica, intendano sostenere le attività della SIMSI Onlus.

Consiglio direttivo 2023

Condividi: