Gentili soci e colleghi,
siamo al nostro secondo numero del bollettino, la nostra rivista SIMSI diretta da Mariano Marmo.
Come al solito mi preme ringraziare quanti hanno collaborato e continuano ad infondere passione e conoscenza nel nostro settore. Uno degli obiettivi della ns società è di promuovere la nostra disciplina su tavoli di discussione interdisciplinari nazionali ed internazionali. Abbiamo avviato l’anno con il webinar ben riuscito di FISIOTECH tenutosi a giugno presso Montegrotto Terme. In quell’occasione abbiamo avuto il privilegio come SIMSI di ospitare le alte cariche della Marina e dell’Aeronautica militare, i dirigenti del Dan Europe e della Siaarti per siglare documenti importanti di fattiva collaborazione e di posizionamento su temi scottanti in questo momento pandemico quali vaccini ed immersione, accessibilità in camera iperbarica durante la pandemia ed il profilo professionale del medico subacqueo ed iperbarico. Nel mese di giugno grazie all’inesauribile lavoro del dr Paolo Marcolin (OTOSUB), abbiamo avuto uno spazio all’interno delle giornate AIOC; abbiamo registrato due importanti momenti internazionali con il webinar EUBS ed UHMS su Covid e iperbarica ed infine una interessante presenza al webinar su Iperbarica ed Intossicazione da monossido di carbonio organizzato dall’ospedale di Toronto con la sua unità di anestesia. Abbiamo avviato inoltre convenzioni con altre società scientifiche come quella italiana di medicina di montagna SIMeM e quella europea di medicina in ambienti estremi SIMVIM. Rafforzato la nostra partnership con EUBS e UHMS e pubblicato come italiani un discreto numero di lavori scientifici. Ricerca, formazione e clinica iperbarica, tutto ciò è il nostro comune obiettivo.
otto mesi pieni di iniziative e di riconoscimenti, con visibilità e mi auguro credibilità, che ci portano a guardare con cauto ottimismo al futuro con le attese collaborazioni con MMI, Siaarti, OTOSUB e Dan Europe. Ci attendono partecipazioni SIMSI per il congresso OTOSUB di Gallipoli dal 1 al 3 ottobre, ICARE di Roma della Siaarti dal 14 al 16 ottobre e dal 5 al 7 novembre la 5^ edizione delle Giornate di aggiornamento su argomenti di:

EXPEDITION AND WILDERNESS MEDICINE– Evento congiunto delle Società Scientifiche SIMVIM-SIMeM-SIMSI.
Poi sarà affrontato il tema caldo ortopedia e iperbarica al congresso di Bologna del 13 novembre e a quello internazionale del 13 e 14 novembre CUHMA della società canadese di medicina subacquea ed iperbarica.
Altro ancora bolle in pentola per il 2022, con nuovi corsi, nuove ricerche ed appuntamenti che si concluderanno con il congresso nazionale SIMSI di novembre/dicembre a Padova in occasione delle celebrazioni degli 800 anni dell’Ateneo patavino.
Nessun timore e niente timidezza, tutti i soci sono caldamente invitati a partecipare alla vita societaria, a diffondere la buona pratica ed i suggerimenti societari, e soprattutto a supportare i nostri dirigenti nei lavori scientifici per una crescita costruttiva della nostra disciplina con serietà e rigore. La società si prefigge di esaltare l’operato di tutti e condividere le virtù e le debolezze per risolvere le criticità ed esaltare le eccellenze.

Buon lavoro a tutti, Gerardo.

In questo numero

Poster-DUEL: copertine a confronto
“Ai POSTER l’ardua sentenza”

Iscrizione alla SIMSI

Quali sono i vantaggi di diventare soci?

La SIMSI intende valorizzare il capitale culturale dei propri associati, certa che essi restituiranno il valore delle proprie conoscenze e ciò permetterà la crescita collettiva del settore.

Il socio sarà valorizzato attraverso la promozione della sua identità professionale, della sua visibilità e accessibilità. La SIMSI promuove l’aggiornamento continuo (ECM) delle abilità dei soci, affiancando la formazione dei Master universitari di secondo livello; la ricerca universitaria attraverso borse studio e le pubblicazioni scientifiche; l’incontro tra professionisti, subacquei e i pazienti sia nelle piattaforme social del web che tramite eventi.

Può aderire ed essere ammesso all’Associazione chi è in possesso dei requisiti previsti dallo Statuto
Gli associati si dividono in due categorie:

  • Soci ordinari: i laureati in Medicina e Chirurgia italiani e stranieri.
  • Soci onorari: chi ha collaborato con la produzione di importanti contributi alla Disciplina, nominati dal Consiglio Direttivo.

Consiglio direttivo 2021

Condividi: