Congresso sul Rischio del Lavoro Iperbarico 30 Marzo Pisa Scuola Sant’Anna

simsi-oti-midollo-spinale
Impatto di OTI nei pazienti con piede diabetico con grado 3/4 Wagner
02/03/2019
simsi-oti-midollo-spinale
L’ossigenoterapia iperbarica sembra promuovere l’efficienza neuromuscolare nei pazienti affetti dalla sindrome fibromialgica
20/03/2019
Show all

Congresso sul Rischio del Lavoro Iperbarico 30 Marzo Pisa Scuola Sant’Anna

evento-simsi-30-marzo-pisa

Ormai da quindici anni la Scuola Superiore Sant’Anna, in collaborazione con l’Istituto di Fisiologia Clinica del CNR di Pisa, svolge attività di ricerca e di alta formazione post universitaria nel campo della Medicina Subacquea ed Iperbarica.

Oltre al Master Universitario di II livello PierGiorgio Data, oggi alla sua settima edizione, assieme a ricerche in ambito fisio-patologico, legate alla disciplina, grande attenzione è rivolta anche agli aspetti normativi legati ai vari aspetti lavorativi delle molteplici nicchie del settore, caratterizzate da evidenti potenziali rischi operativi; normative e linee guida sono infatti ancor oggi spesso assenti o mal definite nelle varie attività che caratterizzano il lavoro in ambiente iperbarico. Nel recente passato, anche con l’intervento della sua Classe di Legge, la Scuola Sant’Anna, assieme all’Istituto di Fisiologia Clinica del CNR, ha collaborato alla stesura con l’Associazione Italiana delle Imprese Subacquee della norma UNI 11366 per lo specifico campo del lavoro professionale subacqueo, a tutela degli Operatori Tecnici Subacquei (OTS), norma oggi riferimento di una specifica legge dello Stato.

Nel contesto delle situazioni di rischio in abito occupazionale, le attività lavorative in atmosfere iperbarichecostituiscono tutte una condizione tanto particolare, quanto complessa nella gestione di “sicurezza e salute” degli operatori.

Oltre ai fattori di rischio che accompagnano le diverse azioni lavorative quali ad esempio rumore, sovraccarico biomeccanico, lavoro notturno, etc. – tutti i soggetti interessati sono accomunati, infatti, dall’esposizione ad un ambiente straordinario per definizione.

Ed in tale ambiente si trovano a svolgere la loro professione i palombari e gli operatori subacquei dei vari Corpi Militari e dello Stato, gli OTS ed i sommozzatori in servizio locale, il personale di Enti di Ricerca, le maestranze che operano in ambienti iperbarici nella costruzione di Tunnels, medici ed infermieri dei servizi di Ossigenoterapia Iperbarica, ma anche gli istruttori e le guide subacquee.

Il Convegno, nato nell’ambito delle Attività del Master PierGiorgio Data in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma, si propone pertanto di offrire a tutti gli attori della prevenzione in azienda (Datori di lavoro, RSPP/ASPP, Medici Competenti e Medici Iperbarici, RLS, tecnici iperbarici ed altri addetti del settore) un quadro il più possibile aggiornato su questo specifico argomento.

Un gruppo di esperti offrirà quindi una sintesi sul vigente disposto normativo sul lavoro in atmosfere iperbariche, sulle procedure di “valutazione e gestione del rischio”, sulle evidenze scientifiche in tema di fisiopatologia e sui modelli decompressivi, oltre che sulle misure di sorveglianza sanitaria dedicate a questa specifica tipologia di operatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *