Alto Adriatico: un convegno su scienza, ambiente e sicurezza subacquea

Sabato 27 Gennaio, si terrà a Padova, un convegno dal titolo Alto Adriatico: Scienza – Ambiente – Sicurezza subacquea.

È un evento aperto a tutti, dedicato in particolar modo ai subacquei e ai Medici iperbarici e sarà organizzato dall’Associazione “Tegnue di Chioggia” onlus con il patrocinio del Panathlon.

L’incontro inizierà alle 9.30 e si concluderà intorno alle 11.30 con un buffet.

L’apertura dei lavori è affidata al Dott. Gerardo Bosco e al Dott. Borella. Interverranno:

  • Dr. Bergamesco e Dr. Tosi (CNR – ISMAR – Venezia),
  • Dr.ssa Ronchi (ISPRA Chioggia)
  • Dr. Schiavon (ULSS 6 Padova)
  • Dr. Marroni  (DAN Europe),
  • Piero Mescalchin (Pres. Associazione “Tegnue di Chioggia”)

“Questo incontro vuol fare il punto in particolare sugli ambienti di maggior pregio dell’Alto Adriatico, i substrati duri noti in Veneto col nome di Tegnue, che in un paio di casi veneti sono stati riconosciuti come Siti di Importanza Comunitaria (SIC). In particolare si parlerà delle nuove conoscenze sulle loro origini geologiche, del paradossale uso di questi ambienti come discariche nella seconda parte del secolo scorso, della maggiore consapevolezza del pregio di questi ambienti da parte degli stakeholder (in particolare dei pescatori professionisti) e delle novità circa la sicurezza per la loro fruizione da parte dei subacquei. Si parlerà delle differenze di genere, oltre a quelle anatomiche che riguardano molte parti della vita di una donna. Dallo sviluppo puberale al menarca, dalla gravidanza al parto, fino alla menopausa e all’invecchiamento. Situazioni fisiologiche: mestruazioni, uso della pillola, allattamento. Molto interessante sarà l’intervento del prof. A. Marroni presidente del Dan Europe sulle nuove frontiere nella sicurezza delle immersioni subacquee. Concluderà il convegno P. Mescalchin, presidente dell’Associazione “Tegnue di Chioggia” – onlus, che presenterà con il supporto di immagini quanto è stato fatto dalla sua Associazione per la valorizzazione dell’area e allo stesso tempo per rendere le immersioni più sicure. In un’ottica di formazione continua e di promozione della salute, attenti al nostro ambiente e alle sue innumerevoli potenzialità, ci rivolgiamo con questo incontro a tutti gli amanti del mare e ai subacquei in particolare, affinché ognuno possa conoscere meglio questo particolare habitat e godere di “immersioni in sicurezza”.

Per ulteriori informazioni: [email protected]

 

Scarica la locandina e l’invito

[wpdm_package id=’2441′]

[wpdm_package id=’2442′]

 

Condividi: